Stress e Trauma Bambini 0-6, ai tempi del COVID19

slider-workshop-stress-trauma-bambini-0-6-anni-covid-yvonne-bohr-emma-baumgartner

4 workshop online sulla gestione dello stress e del trauma nelle relazioni tra bambine/i 0-6 anni con gli adulti di riferimento e con i coetanei, in questi tempi incerti.

La pandemia da COVID-19 ed il successivo distanziamento sociale hanno costituito e stanno costituendo un trauma collettivo di grande portata con significative ricadute sulla salute mentale pubblica di adulti e bambini.

Recenti evidenze segnalano un aumento di sintomi di ansia e depressione e di disturbi psicologici sia a breve che a lungo termine nella popolazione adulta (Maclean, et al., 2016; Rapporto ISS COVID-19 n. 43/2020; Xie et al., 2020; GaryKing.org/covid-italy​,2020). Anche in soggetti vulnerabili, quali sono i bambini più piccoli, sono stati rilevati effetti ascrivibili all’esposizione ad eventi traumatici di lunga durata quali irritabilità, perdita di autonomia, disturbi del sonno e dell’alimentazione così come riportato da alcuni studi condotti in Italia e Spagna  (Ospedale Gaslini di Genova, Nobili et al.2020; Orgilès et al.2020). Un dato di grande interesse è che la gravità dei disturbi nei bambini correla in maniera significativa con il grado di malessere circostanziale dei genitori.

Il distanziamento fisico dei mesi appena trascorsi sta configurando in molti casi un nuovo assetto psicologico caratterizzato dal distanziamento sociale.

Vi sono adulti che hanno paura di uscire da casa perché percepiscono gli estranei come una minaccia. Bambine e bambini, specialmente i più piccoli, mostrano timore nei confronti dei loro compagni di nido o di scuola dell’infanzia e non vogliono salutarli. Ricompaiono risposte ansiose alla separazione dai propri genitori che erano state superate da tempo.

A complicare ulteriormente il quadro stanno le tante incertezze che accompagnano la riapertura dei servizi 0-6 anni, perché non tutti potranno rientrare, vi sarà un confinamento in piccoli gruppi, soltanto in unico ambiente ad essi riservato, educatrici ed insegnanti dovranno affrontare una serie di novità che si configurano come vere e proprie sfide dal punto di vista psicologico.

Dr Yvonne Bohr, PhD – Toronto, Canada

Professore associato dal 2004 al Clinical Developmental Psychology, della York University di Toronto. Direttrice del LaMarsh Centre for Child and Youth Research alla York University. Collabora con il team di salute mentale infantile presso Aisling Discoveries Child and Family Center.

Psicologa clinica e consulente specializzata in “child and family mental health“. La sua ricerca scientifica si concentra sul benessere e sullo sviluppo ottimale di neonati, bambini e genitori in contesti diversi.

Ha vissuto e lavorato come psicologa clinica nel Nord del Canada, in Africa, Francia, Germania, Serbia e Stati Uniti.

Prof.ssa Emma Baumgartner

Ho insegnato per molti anni come Professore Ordinario Psicologia dello Sviluppo alla Sapienza, Università di Roma  in diverse declinazioni disciplinari (dall’osservazione del comportamento infantile allo sviluppo sociale ed emotivo dall’infanzia all’adolescenza).

Come psicologa ho svolto sia attività di consulenza presso diverse istituzioni pubbliche (Tribunale dei Minori di Trento, INVALSI, Comune di Roma, Autorità Garante della Comunicazione e del Mercato) che attività di formazione per educatrici di asilo nido e insegnanti di scuola dell’infanzia.

Per diversi anni ho organizzato come responsabile scientifico un Servizio cittadino di accoglienza/sostegno per bambini 0-6 anni e famiglie, finanziato dal Comune di Roma. Per la mia attività di ricerca ho numerose collaborazioni scientifiche con prestigiose Università straniere in Arizona, Canada, Francia.

Sono autrice di circa 150 pubblicazioni, tra articoli e libri, riguardanti in particolare i comportamenti a rischio in adolescenza, il ritiro sociale e i disturbi d’ansia, il gioco nell’infanzia, le relazioni tra pari, l’identità e i fenomeni di segregazione di genere

Modalità e costi di partecipazione

La partecipazione ai 4 workshop online ha un costo di 129,00€ (iva inclusa)

Fino al 31 Agosto, e solo per i primi 100 partecipanti, puoi iscriverti a soli 99,00€ invece di 129,00€.

Programma e Date

Il percorso formativo è composto da 4 workshop di 2 ore ciascuno, per un totale di 8 ore complessive di formazione.

Il percorso formativo si tiene Venerdì 25 e Sabato 26 Settembre 2020

Venerdì 25 Settembre 2020, dalle 15 alle 17
Dr. Yvonne Bohr

Modelli e strategie per aiutare le famiglie con bambini piccoli a navigare nelle incertezze del post-COVID-19

Il Covid-19 ha sorpreso le famiglie di tutto il mondo e sta causando molte perturbazioni psicologiche nella nostra vita quotidiana e nelle nostre comunità, generando situazioni di stress e trauma, soprattutto nelle fasce di persone maggiormente vulnerabili, come possono essere i bambini.

Anche se la pandemia rallenta, il rimanente senso di incertezza sta continuando a creare molte sfide per i genitori di bambini piccoli, chiamati a fornire sicurezza e conforto anche quando loro stessi possono essere turbati, preoccupati e sopraffatti.

In questo workshop affronteremo questioni di valutazione (ad es. Come determinare i livelli di vulnerabilità?) e di intervento (ad es. Come abbinare al meglio approcci specifici alle esigenze individuali delle famiglie e livelli di sviluppo del bambino/i?). Diversi modelli innovativi saranno presentati con illustrazioni di casi studio.

Venerdì 25 Settembre 2020, dalle 17.30 alle 19.30
Dr. Emma Baumgartner

Rassicurare: risorse per sostenere le relazioni dei caregivers con le bambine e i bambini nei primi anni di vita

Un ambiente relazionale supportivo fornisce alle bambine e ai bambini piccoli interazioni coerenti, emotivamente ricche e protettive alla base di un sano sviluppo dell’architettura cerebrale, necessaria per sviluppare capacità adattive e un sistema di risposte allo stress ben regolato.

Fattori chiave sono la sensibilità e la responsività dei caregivers che si possono riassumere nel processo  consapevole di “andare e tornare”  tramite il quale l’adulto osserva i segnali del bambino e risponde ad essi attraverso il rispecchiamento imitativo.

Verranno forniti esempi di risposte appropriate e inappropriate, saranno indicati i criteri per identificarle e saranno proposte strategie di intervento volte ad aumentare la riflessività, condizione indispensabile per modificare consapevolmente le proprie attitudini nel prendersi cura di un bambino piccolo

Sabato 26 Settembre 2020, dalle 09.00 alle 11.00
Dr. Emma Baumgartner

Reintegrare la socialità: dal confinamento sociale al ri-trovarsi nei e con i coetanei.

Il prolungato lockdown ha bruscamente privato le bambine e i bambini da 0 a6 anni di una fondamentale risorsa per la crescita, la socialità tra pari.

Molte sintomatologie ansiose, osservate nei mesi appena trascorsi, sono ascrivibili proprio al fatto che da un giorno all’altro sono venute a mancare le relazioni con i pari, luoghi essenziali di rispecchiamento e di differenziazione, di processi identitari, di sperimentazioni affettive, di esperienze di autonomia al di fuori del contesto familiare. E’necessario, a questo punto, aiutare bambine e bambini a recuperare quelle abilità che favoriscono un buon funzionamento socio-emotivo.

Verranno analizzati processi psicologici apparentemente dicotomici quali empatia vs aggressività, accettazione vs rifiuto sociale, ritiro vs condivisione per individuare comportamenti critici e per delineare le strategie di potenziamento delle abilità sociali da proporre a caregivers e operatori dei servizi 0/6 che si troveranno a dover gestire processi di destrutturazione sociale non indifferenti.

Sabato 26 Settembre 2020, dalle 11.30 alle 13.30
Dr. Emma Baumgartner

Le emozioni contano. Aiutare i bambini a gestire le proprie emozioni durante il nostro tempo incerto

La regolazione autonoma degli stati emotivi rappresenta per bambine e bambini piccoli il punto di approdo di un percorso che inizia dagli adulti. A volte la sola presenza di un adulto empatico, esploratore curioso e gentile delle proprie e altrui emozioni, non giudicante, rappresenta un fattore regolativo in sé. Per i bambini gli adulti sono non soltanto punti di riferimento affettivi e cognitivi ma sono anche dei modelli.

In tempi caratterizzati da grande incertezza ad ogni livello nella vita delle persone lo sbilanciamento emotivo verso la polarità negativa, ansiosa è sempre in agguato, con tutte le trappole che ad esso conseguono (il trio pericoloso dello stress imprevedibile, incontrollabile,prolungato). E’dunque necessario mobilizzare risorse emozionali positive per contrastare i fenomeni di dis-regolazione negli adulti e, a cascata, nei bambini.

Verrà proposto un intervento di esplorazione e conoscenza degli stati emotivi con l’obiettivo di consolidare nei caregivers il porsi come modelli efficaci per aiutare i bambini dapprima a co-regolare i propri stati interni e poi a esercitare tutte le capacità necessarie di  accettazione, comprensione, espressione e regolazione autonoma delle emozioni, sia sul versante positivo che su quello negativo

Modalità e costi di partecipazione

La partecipazione ai 4 workshop online ha un costo di 129,00€ (iva inclusa)

Fino al 31 Agosto puoi iscriverti a soli 99,00€ invece di 129,00€.

Stack Entry

€150

Per Person

  • 1 Free Entrance
  • Regular Seating
  • Custom Swags
  • Free Wifi
lol

Student Pass

$99

Bulk Order

  • 20x Free Entrance
  • 20x Regular Seating
  • Custom Swags
  • Free Wifi




VIP Pass

$199

VIP's only

  • VIP Entrance
  • VIP Seating
  • Custom Swags
  • Free Wifi